I centodieci anni del Circolo ILVA Bagnoli 

tra Ieri e Domani… attraversando l’Oggi

 

La birra operaia

 

Tra le tante iniziative che il Circolo ILVA Bagnoli ha messo in cantiere per celebrare il suo 110° compleanno, salta all’occhio la promozione della Steel makers’ beer, la birra dei produttori d’acciaio. La “nostra” birra nasce dalle sapienti mani di Chiara, una giovane figlia di Bagnoli che qualche anno fa insieme ad un paio di amici, anch’essi bagnolesi, decise di consacrare il propria passione creando un birrificio. Tutto flegreo, radicato in una terra ricca di storia e di valori legati alla fatica, al sacrificio e al lavoro prevalentemente operaio. Gli stessi valori che il Circolo diffonde attraverso il Suo incessante operato sul territorio. Un argine contro la dispersione dei principi morali sempre più diffusa essenzialmente a causa di un impoverimento generale, purtroppo non solo economico. Il nostro Sodalizio, tra l’altro, è forse l’unico caso al mondo di “CRAL” sopravvissuto alla chiusura della propria azienda. Una circostanza straordinaria probabilmente dovuta al fatto che i  soci fondatori non sono solo figli naturali o adottivi di Bagnoli,  essi sono ex dipendenti della fabbrica e perciò eredi e custodi di una storia che resterà per sempre incisa nella memoria del quartiere, a prescindere dalle auspicate future trasformazioni. Fiero ed orgoglioso del suo incessante lavoro, il sodalizio celebra quindi questo importante anniversario tra la consapevolezza di un passato glorioso e la speranza di un altrettanto roseo futuro. In molti altri posti probabilmente si leverebbero calici di champagne, ai soci del Circolo piace invece brindare con una buona birra artigianale, naturalmente ghiacciata, ma soprattutto prodotta da Chiara.